domenica 2 novembre 2014

Pearà

Buongiorno amici, oggi per l'uscita del 2 dell'Italia nel piatto, abbiamo pensato ad un comfort food. Chi meglio delle nonne ci può aiutare, con i loro piatti, i loro ricordi, i loro profumi. Io vi voglio presentare un piatto tipico veneto, la Pearà, un piatto molto povero, fatto con quei pochi ingredienti che le nonne una volta avevano a disposizione, ma è di una bontà infinita. Il mio bimbo la adora e mi chiede sempre : "mamma mi fai la pera?" lui la chiama così!!

Un bacione a tutti!!
Elena


Ingredienti:

  • 200 g pane casereccio raffermo
  • 80 g midollo di bue
  • Pepe nero 
  • 20 g burro
  • 50 cl di brodo caldo
  • Sale

Preparazione:

  1. Tostate il pane in forno basso fin quando sarà croccante, poi grattugiatelo finemente.
  2. Unite il burro con il midollo di bue, mescolate col cucchiaio di legno e fatelo sciogliere a fuoco moderato. Appena inizieranno a soffriggere, aggiungete il pane, poco per volta a pioggia, continuando a mescolare; quando il pane avrà assorbito tutti gli altri ingredienti, unite poco alla volta il brodo ben caldo e, sempre mescolando, lasciate sobbollire a fuoco molto basso per 2 ore circa, aggiungendo a metà cottura il pepe. 
  3. Aggiustate infine di sale.

Ed ora gustatevi le altre regioni:

Trentino-Alto Adige:  Pane di molche (El Pam de molche) con le noci 
  
Friuli-Venezia Giulia:  Goulash di oca alla friulana con polenta e frico croccante 

Lombardia: Ravioli di zucca (Raviöi de ssüca)

Veneto: Pearà




Lazio: Minestra di ceci e castagne 



  


Basilicata: Lagane e ceci






19 commenti:

  1. La pearà è un must!!!! Anche io la adoro e la mangerei sempre!!!!! Grazie di aver partecipato, un abbraccio grande <3

    RispondiElimina
  2. Non la conoscevo... ma ora devo provarla, perchè me ne sono innamorata!
    Bravissima

    RispondiElimina
  3. Ero proprio curiosa di sapere cosa fosse questo piatto. Ottima scelta

    RispondiElimina
  4. nemmeno io la conoscevo..sono arrivata incuriosita dal nome:Grazie e complimenti!!

    RispondiElimina
  5. Una crema deliziosa! Un bacione a presto

    RispondiElimina
  6. Ciao Elena! Mamma mia che bontà!!! Non avevo mai sentito parlare di questo piatto...povero ma squisito senza dubbio!!!! Spesso i piatti semplici sono i più buoni!!!! Un bacione e complimenti!!

    RispondiElimina
  7. Deliziosa..non la conoscevo.
    Buona serata

    RispondiElimina
  8. ahh ho mangiato il bollito con il pearà a Verona, buonissimo! Grazie per la ricetta :) ciao

    RispondiElimina
  9. Ora ho capito, Pearà.......Da oggi chiamerò il bollito come lo chiama tuo figlio la pera :-)
    A Presto

    RispondiElimina
  10. Mai provato, nè assaggiato, ma sicuramente un piatto che sa scaldare :)
    alla prossima

    RispondiElimina
  11. Golosissima, complimentiiiii e grazieeee
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
  12. voglio anch'io la "pera" (come dice tuo figlio) :)
    una coccola che scalda anima e corpo!
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Ciao Ely, felice di conoscerti e di scoprire questa ricetta che non avevo mai sentito!
    Un abbraccio a te e anche al tuo piccolo goloso cucciolo!
    ^__^ Any

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo questa ricetta, decisamente "tipica"! Un comfort food vero!

    RispondiElimina
  15. Ma davvero particolare questa preparazione, non l'avevo mai sentita...quanto si impara con la nostra rubrica! bacioni!

    RispondiElimina
  16. non conoscevo questo piatto particolare, ma io adoro i piatti preparati con pochi e poveri ingredienti, un bacio
    Miria

    RispondiElimina
  17. mai mangiato e per una quintoquartista come me è una vergogna!

    RispondiElimina

Ogni vostro commento mi riepie il cuore di gioia ...